PARAGON: A phase II study of anastrozole in patients with estrogenreceptor-positive recurrent/metastaticlow-grade ovariancancers and serous borderline ovariantumors

0

Ultime novità in Ginecologia Oncologica

Monica Tang, Rachel L. O’Connel, Frederic Amant et al.

GynecologicOncology, June 2019

A cura della Dottoressa Raffaella Ergasti

Commento della Dottoressa Antonella Pietragalla

 

OBIETTIVO

I carcinomi ovarici possono essere storicamente suddivisi in due grandi categorie sulla base della classificazione proposta da Kurman e Shih(1)(2): carcinomi ovarici di Tipo 2, comprendenti soprattutto carcinomi sierosi di alto grado, caratterizzati da un’elevata risposta al trattamento chemioterapico a base di platino e carcinomi ovarici di Tipo 1, di cui fanno parte i carcinomi sierosi di basso grado, endometriodi, mucinosi e carcinomi a cellule chiare, la cui risposta alla chemioterapia è, al contrario, scarsa.

Il carcinoma ovarico sieroso di basso grado (Low-Grade Serous Cancer, LGSC) rappresenta dal 5% al 10% di tutti i carcinomi sierosi ovarici e dal 6% all’ 8% di tutti i tumori ovarici.

Questi tumori insorgono prevalentemente in pazienti di età più giovane e tendono ad avere un basso tasso di risposta alla chemioterapia.

Indipendentemente da ciò, molte di queste pazienti ricevono un trattamento chemioterapico adiuvante, con beneficio ancora non del tutto chiaro.

Lo stesso vale per un eventuale trattamento neoadiuvante.

Devi Essere Abbonato per Visualizzare il resto dell'articolo.
ATTIVA IL TUO ABBONAMENTO

Share.

Comments are closed.