Diagnostic performance of third-trimester ultrasound for the prediction of late-onset fetal growth restriction: a systematic review and meta-analysis

0

Ultime novità in Patologia Ostetrica

Caradeux J, Martinez-Portilla RJ, Peguero A et al

Am J Obstet Gynecol. 2019 Jan 8

A cura della Dottoressa Rita Franco

Commento del Professor José Morales Roselló 

 

Introduzione

Il ritardo di crescita (Fetal growth restriction-FGR) è una condizione clinica associata ad un aumentato rischio di complicanze durante la gravidanza come la morte fetale, la morbilità perinatale, la mortalità neonatale, ritardo del neurosviluppo ed effetti collaterali a lungo termine in adolescenza e vita adulta.

In circa il 10% delle gravidanze, la crescita fetale è inferiore rispetto all’ attesa.

Il ritardo di crescita può essere classificato in due fenotipi clinici:

  • ritardo di crescita ad esordio precoce (di solito definito come quello rilevato prima delle 32 settimane di gestazione): presenta un modello tipico di deterioramento che progredisce da anomalie nei parametri Doppler a parametri biofisici anomali;
  • ritardo di crescita ad esordio tardivo: caratterizzato da un pattern comune di indici Doppler ombelicali normali o minimamente elevati e moderate anomalie nel Doppler cerebrale, senza evidenti cambiamenti cardiovascolari o biofisici.

Gli screening del primo e del secondo trimestre con la velocimetria Doppler uterina, i marcatori biochimici (fattori angiogenetici) e le caratteristiche materne possono rilevare la restrizione della crescita ad esordio precoce fino al 90% dei casi. Al contrario, il ritardo di crescita ad esordio tardivo è ancora in gran parte trascurato, anche se rappresenta la più grande proporzione di eventi avversi perinatali e neonatali.

Un’altra lacuna nelle attuali conoscenze si basa sulla differenza tra piccolo per età gestazionale (Small for Gestational Age- SGA) e ritardo di crescita a esordio tardivo (late-FGR).

Devi Essere Abbonato per Visualizzare il resto dell'articolo.
ATTIVA IL TUO ABBONAMENTO

Share.

Comments are closed.