Intervista: la Dottoressa Giorgia Garganese ci racconta il suo percorso formativo e professionale

0

INTERVISTA

Dr.ssa Giorgia Garganese

Intervista alla Dottoressa Giorgia Garganese, Unità di Ginecologia Oncologica, Centro Integrato di Senologia, Area Salute della Donna, Dipartimento Scienze della Salute della Donna e del Bambino e della Salute Pubblica, Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma / Unità di Ginecologia e Senologia, Mater Olbia Hospital, Olbia

«Prefiggersi degli obiettivi a lunga gittata aiuta molto a coordinare gli sforzi e renderli funzionali al percorso»

A cura della Dottoressa Rita Franco

 

Come si vede oggi alla luce del percorso formativo e professionale fatto da quando è iniziata la sua carriera?

Spesso ripenso alla strada che ho percorso nel passato e analizzo criticamente quali passi sono stati ben compiuti e quali avrei potuto evitare o rivolgere in direzioni diverse… ne riformulo una guida per la strada che ancora mi aspetta.

Cerco anche di non perdere la traccia dei tanti buoni insegnamenti che ho ricevuto, alcuni dai miei maestri e molti dalle stesse pazienti. Poi, quasi naturalmente mi ritrovo a trasmetterli a chi mi sta vicino.

Mi sento anche molto fortunata per aver incontrato un vero mentore: a non tutti capita nella vita professionale. Oggi mi vedo in cammino e sono consapevole dell’enorme valore del lavoro che ho il privilegio di svolgere: avverto molto forte la spinta a migliorare le mie capacità e con la maturità riesco più facilmente a mettere a fuoco le strategie.

 

Si può dire che il culmine della sua carriera l’ha raggiunto con il nuovo incarico di primario. Quali emozioni e sensazioni ha suscitato in lei?

L’ho accolto come si riceve in dono un “talento”, nella consapevolezza che non è una ricompensa, né un premio per il lavoro fin ora svolto… ma che più preziosamente è un nuovo punto di partenza, che richiede responsabilità, audacia e creatività: ho fiducia in queste premesse… ma sarebbe certo un errore giudicare i risultati dalle premesse, dunque mi limito a dire che adesso comincia una nuova esperienza e che mi auguro di portarla a termine avendo fatto buon uso dello strumento che mi è stato concesso.

Devi Essere Abbonato per Visualizzare il resto dell'articolo.
ATTIVA IL TUO ABBONAMENTO

Share.

Comments are closed.