Postoperative complications after bowel endometriosis surgery by shaving, disc excision, or segmental resection: a three-arm comparative analysis of 364 consecutive cases

0

Ultime novità in Ginecologia Benigna

Carole Abo, M.D.,a Salwa Moatassim, M.D.,a Noemie Marty, M.D. et al.

Fertility and Sterility® Vol. 109, No. 1, January 2018 0015-0282

A cura della Dottoressa Virginia Vargiu

Commento del Dottor Francesco Cosentino

OBIETTIVO

L’endometriosi intestinale affligge il 5-12% delle donne affette da endometriosi profonda, coinvolgendo nel 70-93% dei casi il sigma-retto. La terapia è tutt’ oggi principalmente chirurgica, in quanto la terapia medica non riesce a garantire un controllo del dolore nel lungo termine e a bloccare la progressione della malattia.

Esistono diversi approcci chirurgici 1, tutti gravati da una certa percentuale di complicanze, che rendono la scelta della giusta strategia complessa e da modulare sulla base delle caratteristiche della paziente (età, desiderio di preservare la fertilità, localizzazione e dimensione del nodulo) e dell’esperienza del chirurgo.

Lo scopo di questo studio è quello di analizzare le complicanze post-operatorie delle tre diverse tecniche chirurgiche attualmente adottate: l’enucleazione del nodulo rettale (shaving), la resezione discoide e la resezione segmentale2.

MATERIALI E METODI

È stata fatta un’analisi comparativa retrospettica su un campione di 371 donne, arruolate tra giugno 2009 e dicembre 2015, nel dipartimento di Ostetricia e Ginecologia all’ Ospedale Universitario di Rouen in Francia.

Devi Essere Abbonato per Visualizzare il resto dell'articolo.
ATTIVA IL TUO ABBONAMENTO

Share.

Comments are closed.