Ophthalmic artery Doppler for prediction of pre-eclampsia: systematic review and meta-analysis

0

Ultime novità in Patologia Ostetrica

E. Kalafat , A. Laoreti, A. Khalil, et al.

Ultrasound in Obstetrics & Gynecology 2018 Jun;51(6):731-737

A cura della Dottoressa Tatiana Antonielli

Commento della Dottoressa Silvia Salvi

 

INTRODUZIONE

La pre-eclampsia (PE) è una grave sindrome multisistemica della gravidanza. Oltre alla mortalità e alla morbilità correlate, la PE contribuisce allo sviluppo di importanti disordini della funzione cardiovascolare materna.

Lo screening e la prevenzione della PE sono i principali obiettivi dell’assistenza sanitaria materna in tutto il mondo e trial su larga scala hanno dimostrato il beneficio dell’uso dell’aspirina all’ inizio della gravidanza nel ridurne lo sviluppo.

La combinazione tra caratteristiche materne, indici biochimici e lo studio Doppler delle arterie uterine rappresenta un modello predittivo di sviluppo della PE.

La logica nell’ utilizzo del Doppler delle arterie uterine, il principale fattore predittivo di PE, deriva dai difetti di invasione endovascolare trofoblastica e di placentazione che impediscono lo sviluppo del basso flusso di impedenza nelle arterie uterine delle donne affette.

Questi cambiamenti possono essere rilevati prima delle manifestazioni cliniche della malattia, consentendo quindi l’uso della velocimetria Doppler uterina nei modelli predittivi per la PE.

Oltre alla valutazione Doppler uterina, però, anche gli indici Doppler di altri vasi periferici, come quello dell’arteria oftalmica, sono stati considerati potenziali marker per lo sviluppo di PE.

L’obiettivo principale di questa meta-analisi consisteva nel valutare il valore predittivo della velocimetria Doppler dell’arteria oftalmica per lo sviluppo della PE.

Devi Essere Abbonato per Visualizzare il resto dell'articolo.
ATTIVA IL TUO ABBONAMENTO

Share.

Comments are closed.